Come Aprire un Conto in Banca all'Estero Online Senza la Residenza

Lorenzo Baldassarre, Content Writer per Monito
Oct 29, 2021
Divulgazione degli affiliati

Stai cercando di aprire un conto in banca estero? Fortunatamente negli ultimi tempi questo processo è diventato più semplice, anche grazie allo sviluppo di banche che operano direttamente online e ti consentono, per esempio, di aprire un conto bancario all'estero dall'Italia.

Per prima cosa, cosa intendiamo per conti bancari "internazionali" ed "esteri"? Ci riferiamo a conti di banche (o servizi finanziari simili) che offrono servizi bancari quotidiani in Paesi e valute diverse dalla tua, nonché servizi di pagamento transfrontalieri come cambio valuta, pagamenti online all'estero e carte bancarie internazionali.

Questo implica che non analizzeremo le società di investimento bancario offshore e gestione patrimoniale, che è sì un argomento correlato, ma molto diverso ai fini di questa guida.

Ciò che analizzeremo è come aprire un conto in banca online all'estero. Tendenzialmente avrai due opzioni:

  1. aprire un conto con una banca digitale internazionale;
  2. aprire un conto con una grande banca con sede in un altro Paese.

In generale aprire un conto con una grande banca tradizionale in un altro Paese richiederà la tua presenza nel Paese (per scopi lavorativi o di studio, per esempio) e di solito ciò richiederà una grande quantità di documentazione, tra cui passaporti, visti, e alcune volte una prova di residenza.

Aprire un conto con una banca 100% digitale, d'altra parte, è tendenzialmente un'opzione più flessibile e una che non richiederà la presenza fisica nel paese straniero. Inoltre, anche se non offrono molti dei vantaggi e dei servizi offerti dalle banche tradizionali, le banche digitali possono essere un'alternativa interessante per molte persone.

In questo articolo esploreremo entrambe le opzioni e valuteremo i loro pro e contro per determinare quale potrebbe essere la migliore soluzione per te.

recommendation icon

Consiglio di Monito

Particolarmente utile per trasferirsi e viaggiare all'estero, ti consigliamo di utilizzare il conto multivaluta di Monese, un'opzione flessibile di conto online che ti consente di sfruttare le coordinate (come l'IBAN) del tuo conto bancario dedicato nell'Eurozona, nel Regno Unito e in Romania per pagare ed essere pagato come un residente. Inoltre, sarai anche in grado di evitare tassi di cambio bassi per i trasferimenti all'estero e completare l'intero processo di registrazione online dal tuo Paese d'origine.

Aprire un Conto all'Estero con Banche Digitali

Non si può sfuggire al fatto che le banche esclusivamente digitali siano in rapida crescita. Nell'UE e nel Regno Unito, ad esempio, una serie di banche esclusivamente digitali (note anche come neobanche) hanno rivoluzionato il settore dei servizi finanziari negli ultimi anni offrendo commissioni più basse, un appeal più ampio e più un comodo accesso online rispetto alla maggior parte delle banche tradizionali e commerciali.

Tra le più famose in Europa citiamo Wise, Revolut, Monese, Monzo, N26 e Bunq, ma la lista potrebbe essere più lunga. In Italia per esempio si stanno ritagliando un loro spazio società come Hype, Widiba, Buddybank, illimity bank, Mooney, Tinaba e Flowe.

L'apertura di un conto bancario online con una società che offre in maniera digitale e online servizi simil-bancari porta al cliente diversi vantaggi al cliente. Infatti le banche digitali sono:

✔️ Economiche: una struttura a costi inferiori rispetto alle banche tradizionali significa che gli utenti beneficiano di commissioni più basse a tutto tondo;

✔️ Accessibilispesso non si richiede la residenza in un particolare Paese e i conti internazionali sono molto comuni;

✔️ Facili da usare: i servizi sono comodamente online, con servizi bancari online e tramite app mobile generalmente ben progettati e facili da navigare;

✔️ Trasparenti: la comunicazione e il linguaggio con cui ci si rivolge al cliente tendono ad essere più semplici, colloquiali e chiari;

✔️ Globali: molte (anche se non tutte) le banche digitali tendono a sottolineare la possibilità di effettuare pagamenti internazionali, i trasferimenti di denaro a livello globale e i tassi di cambio favorevoli.

D'altra parte, le banche digitali portano con sé alcuni svantaggi, che riportiamo di seguito:

❌ Senza filiale: le banche digitali raramente, se non mai, hanno filiali fisiche proprie, il che significa che non è possibile incontrare di persona in una filiale un consulente della banca, aspetto non gradito ai clienti che vogliono un confronto di persona;

❌ Limitate: le banche commerciali tendono a offrire un'ampia gamma di servizi finanziari, mentre le banche digitali tendono ad essere notevolmente più limitate se osserviamo i servizi offerti;

❌ Non banche: Alcune (anche se non tutte) banche digitali, infatti, non sono propriamente banche, almeno non lo sono in senso stretto perché sono organizzate come entità legali completamente diverse.

Aprire un Conto all'Estero Presso Banche Tradizionali Senza Essere Residenti

L'opzione predefinita per la maggior parte delle persone quando si trasferisce in un nuovo Paese o si tratta di cercare una banca straniera per aprire un conto, l'apertura di un conto con una banca tradizionale offre diversi vantaggi chiave.

Sebbene ci siano molte banche di alto livello in tutto il mondo che accettano richieste di conto da non residenti nel loro paese, la maggior parte non offre questa opportunità. Infatti anche se una banca ti dovesse accettare come cliente, nonostante tu non sia residente, probabilmente dovrai fornire il tuo permesso di soggiorno, la tua idoneità a vivere e lavorare nel paese. Una notevole eccezione qui è l'UE, dove i conti bancari dell'UE sono idonei in tutto il blocco dei 27 membri e la discriminazione su questa base è illegale.

Di conseguenza, ciò rende le banche tradizionali notevolmente più restrittive rispetto alle banche digitali, ulteriormente complicate dal fatto che le regole relative all'applicazione cambiano notevolmente da Paese a Paese.

D'altro canto, tuttavia, le banche tradizionali hanno una forte percezione di stabilità e sicurezza. Il fatto che abbiano filiali fisiche può essere un grande vantaggio per molte persone.

Foto di Steve Buissinne da Pixabay

Un Conto all'Estero Può Essere Pignorato dallo Stato Italiano?

Solitamente si pensa che un conto all'estero non possa essere pignorato dallo Stato Italiano e che quindi sia più sicuro. Cerchiamo di fare chiarezza su questo aspetto, asserendo fin da subito che sì, un conto all'estero può essere pignorato dalla giustizia italiana.

Fermo restando che per un cittadino italiano aprire un conto all'estero è perfettamente legale, rimanendo entro i limiti della normativa italiana e del Paese dove intendi aprire il conto, è opportuno specificare che lo Stato potrebbe pignorare il tuo conto.

Infatti considerando il Decreto Legislativo n. 149/12, che recepisce la Direttiva UE del 16 marzo 2020 (2010/24/UE), c'è mutua assistenza tra gli Stati membri dell'Unione Europea in merito al recupero dei crediti risultanti da dazi, imposte ed altre misure. In parole più semplici se sei debitore verso lo Stato, l'Italia potrebbe chiedere al Paese dove è tenuto il conto corrente estero di pignorarlo.

Per quanto riguarda i Paesi extra UE il discorso diventa più complesso, ma il pignoramento non può essere escluso a priori.

Il Conto all'Estero si Deve Dichiarare in Italia?

Ogni cittadino italiano è tenuto a dichiarare al fisco italiano il possesso di tutti i conti all'estero nel quadro RW della dichiarazione dei redditi, a meno che non si verifichino determinate condizioni.

In sintesi devi inserire il tuo conto all'estero nel quadro RW solo se una delle due ipotesi si verifica:

  • hai una giacenza media superiore ai 5.000€;
  • il tuo saldo supera i 15.000€, anche per un solo giorno.

Se il tuo conto all'estero è denominato in una valuta diversa dall'euro, dovrai considerare il corrispettivo in EUR. Se tu dovessi avere più di un conto estero dovrai considerare la somma della loro totalità.

Perciò qualora tu abbia per esempio un conto in Germania con una giacenza media di 3.000€ e un conto in Francia di altri 3.000€, dovrai segnalare entrambi nella Dichiarazione dei Redditi.

Ci Sono Tasse da Pagare se Apro un Conto all'Estero?

Se sei un cittadino italiano e apri un conto all'estero potresti dover pagare l'imposta di bollo sui conti esteri, chiamata Ivafe. Essa è pari a 34,20€ l'anno se la tua giacenza media supera i 5.000€. In caso contrario non dovrai pagare l'Ivafe, salvo approvazione di nuove leggi successive alla stesura di questo articolo.

Quali Documenti Servono per Aprire un Conto Bancario Estero Online?

I documenti che dovrai avere e i passaggi che dovrai seguire per aprire un conto bancario online possono variare notevolmente a seconda di molti fattori. Questi includono il tuo Paese di origine, la tua banca prescelta, l'uso previsto del conto e altri fattori.

Tendenzialmente quando apri un conto bancario online devi fornire i seguenti documenti:

  • il tuo passaporto o la tua carta d'identità:
  • la prova di residenza nel tuo Paese di appartenenza.

Se stai cercando di aprire un conto bancario presso una banca tradizionale in un paese straniero, molto spesso saranno richiesti anche i seguenti documenti:

  • un visto per il paese dove ti stai trasferendo;
  • Una prova di residenza nel Paese dove vuoi richiedere il conto.
info icon

A seconda del Paese, le banche possono richiedere anche altri documenti, come una lettera di referenze di un'altra banca o di un cliente esistente. Assicurati di controllare attentamente i requisiti prima di aprire un conto bancario all'estero.

Come Aprire un Conto all'Estero Senza Residenza?

I documenti richiesti per l'apertura di un conto bancario estero online possono variare enormemente a seconda del Paese in cui si intende aprire un conto. Se stai utilizzando una banca digitale, ad esempio, è probabile che non dovrai affrontare molte restrizioni sulla necessità di presentare un permesso di soggiorno al di fuori del tuo Paese d'origine. Tuttavia, se desideri utilizzare una banca tradizionale, di solito (anche se non sempre) dovrai mostrare una prova di residenza.

Pertanto, se hai in mente un Paese specifico, se ti trasferisci per lavoro o se desideri possedere un conto bancario nella giurisdizione e valuta di quel paese, ti consigliamo di dare un'occhiata alle nostre guide approfondite per l'apertura di un conto bancario nei Paesi che abbiamo citato nei seguenti paragrafi:

Inghilterra e Regno Unito

Senza un permesso di soggiorno in Inghilterra e nel Regno Unito probabilmente non avrai molte opportunità di aprire un conto presso una banca locale. Tuttavia, se sei appena arrivato nel Paese potrai sfruttare la maggiore flessibilità delle banche digitali, tra cui Wise, Revolut,  Monese e Monzo. Inoltre per i cittadini UE più abbienti c'è la possibilità di aprire un Conto Expat con HSBC.

Christian Wiediger on Unsplash

Germania

Aprire un conto in banca in Germania da non residente è piuttosto semplice, avrai molte scelte a disposizione se hai una prova di residenza, che in tedesco si chiama Anmeldung. Se non ne dovessi avere una potrai in ogni caso valutare la possibilità di aprire un conto multivaluta con Monese per l'uso quotidiano fino a che non otterrai una prova di un indirizzo di residenza in Germania.

Svizzera

Le banche svizzere possono rendere notoriamente difficile l'apertura di un conto bancario quotidiano dall'estero. In qualità di non residente in Svizzera, le tue opzioni saranno limitate, con Neon, Revolut e Wise che sono le migliori alternative disponibili per la maggior parte dei casi d'uso.

Domande Frequenti su Come Aprire un Conto in Banca all'Estero

info icon

Crediti per le immagini delle bandiere (ordine discendente): Luke Michael, Simon FrederickPraveen Kumar NandagiriDO'Neil (distribuita sotto la CC BY-SA 3.0 licenza senza modifiche), Justin LimLiam Shaw, Ronnie Schmutz

Monito.com

Global Impact Finance Ltd
Avenue de Montchoisi 35
1006 Losanna
Svizzera

Divulgazione degli affiliati
Anziché con banner pubblicitari e paywalls, Monito realizza guadagni attraverso link affiliati ai vari fornitori di servizi di pagamento presenti sul sito. Benché ci impegniamo al massimo per esplorare il mercato alla ricerca delle migliori offerte, non siamo in grado di prendere in considerazione tutti i possibili prodotti disponibili per te. La nostra vasta gamma di partner affiliati di fiducia ci permette di formulare raccomandazioni dettagliate, imparziali e orientate alla soluzione per ogni tipo di domanda e problema dei consumatori. Questo ci permette di abbinare i nostri utenti ai fornitori più adatti alle loro esigenze e, in questo modo, di abbinare i nostri fornitori a nuovi clienti, creando una situazione vantaggiosa per tutte le parti coinvolte. Tuttavia, sebbene alcuni link su Monito possano effettivamente fruttarci una commissione, questo fatto non influisce mai sull'indipendenza e sull'integrità delle nostre opinioni, raccomandazioni e valutazioni.