Prelevare Denaro in Thailandia: Scopri Come Risparmiare!

Lorenzo Baldassarre, Content Writer per Monito
gen 14, 2022
Divulgazione degli affiliati

Se stai pensando di andare a vivere in Thailandia o sei già stato nel Paese, probabilmente sai che ci sono commissioni per il prelievo di denaro. La Thailandia è una meta abbastanza gettonata per i turisti italiani ed europei e nonostante il costo della vita sia molto più basso, è importante sottolineare che il cambio valuta, così come il prelievo di denaro può comportare un costo non indifferente. Tuttavia, ci sono alcuni suggerimenti e consigli che possono esserti utili per prelevare denaro in Thailandia nel modo più economico possibile.

In questo articolo scoprirai dove puoi prelevare denaro in Thailandia, quali sono le commissioni e cosa devi anche considerare. Se leggi attentamente questo post, potrai risparmiare un sacco di soldi sulla tua prossima visita nel Regno di Thailandia. Divertiti! 💸

info icon

Informazioni utili sul prelievo di denaro in Thailandia:

  • Gli sportelli automatici tailandesi applicano una commissione di 220 baht per prelievo.
  • Inoltre, ci sono le commissioni della tua banca di casa, nonché eventuali supplementi di cambio.
  • L'opzione più economica per ottenere contanti in Thailandia è inviare denaro tramite Remitly.
  • Se hai bisogno di un conto in Baht Thailandesi potrebbe Wise potrebbe essere una buona soluzione.
  • Una banca europea che non chiede commissioni sull'utilizzo della carta all'estero è N26, anche se sul prelievo di denaro al bancomat richiede una commissione dell'1,7%.

Qual è la valuta della Thailandia?

Il baht thailandese (THB) è la valuta nazionale della Thailandia ed è emesso dalla banca centrale thailandese. Il tasso di cambio è attualmente (13/01/2022) di circa 38 baht per un euro. Anche se i pagamenti con carta stanno diventando sempre più popolari in Thailandia, il contante ancora è il metodo di pagamento predominante.

In particolare, nelle cucine di strada, nei bar, nei tour operator e alle casse delle attrazioni turistiche, i pagamenti solitamente possono essere effettuati solo in contanti. Pagare con la carta è ancora considerata un'eccezione, ma spesso puoi utilizzarla per pagare negli hotel e per altre spese.

Prelevare in Thailandia con Bancomat

Ci sono sportelli bancomat quasi ovunque in Thailandia poiché i pagamenti in contanti sono ancora molto comuni. Tuttavia, questi differiscono in modo significativo l'uno dall'altro. La differenza più grande risiede nell'importo massimo per prelievo. Questo di solito è compreso tra 10.000 baht (circa 260 €) e 20.000 baht (circa 525 €) per prelievo.

Gli sportelli automatici in tutto il Paese addebitano 220 baht (circa € 5,77) per ogni prelievo con carta estera. Sfortunatamente, questa tassa non può essere evitata, dunque dovresti prelevare sempre più contanti possibili per ogni prelievo, così da mantenere bassa la percentuale di commissioni. Aggiungiamo, però, che gli importi massimi ai bancomat variano notevolmente. Nei luoghi turistici dovresti aspettarti di poter prelevare non più di 10.000 baht, che corrispondono circa a 260€, che non possono bastare per l'intero soggiorno, dunque sarà necessario prelevare denaro più volte. Gli sportelli automatici presso le filiali bancarie indipendenti, invece, hanno un limite più generoso.

In generale si può affermare che gli importi massimi presso gli sportelli automatici della Bangkok Bank e della Bank of Ayudha sono i più alti a 25.000 Baht (circa 655€). Ti consigliamo in ogni caso di verificare i limiti in anticipo e poi prelevare l'intera somma una volta, se possibile.

Le Commissioni della tua Banca

Oltre alle commissioni bancomat molto elevate in Thailandia, possono esserci anche commissioni elevate applicate dalla tua banca. È molto probabile che la tua banca addebiterà commissioni anche per il prelievo di denaro in Thailandia, trattandosi non solo di un Paese estero, ma anche di un Paese extra euro. L'importo esatto di questi varia a seconda della banca e del modello di conto.

Per fare un esempio citiamo le due principali banche italiane. Prelevare in Thailandia con la carta di debito My One di UniCredit prevede una commissione fissa di 2€ più una commissione dell'1,75% sull'importo prelevato o utilizzato all'estero, viene applicato il tasso di cambio dei sistemi internazionali, come possiamo notare dalla tabella dei prezzi della carta di Unicredit.

I possessori della XME Card Plus di Intesa Sanpaolo dovranno pagare una commissione fissa di 2€ per ogni prelievo all'estero, alla quale bisogna aggiungere un'altra commissione del 2% sull'importo prelevato, il tasso di cambio applicato è quello di MasterCard.

Dunque se uniamo le commissioni richieste delle banche thailandesi, prelevare denaro in Thailandia può essere molto costoso per te.

Ci Sono Modi più Economici per Prelevare Contanti in Thailandia?

Puoi inviare denaro in Thailandia con un fornitore di servizi di trasferimento di denaro e organizzare un prelievo in contanti. I costi variano a seconda della società di money transfer che scegli. Ti consigliamo di utilizzare il motore di ricerca Monito per trovare il servizio più economico.

Attualmente selezionando la modalità di ritiro in contanti scoprirai che il servizio più economico è Remitly, il quale non richiede alcuna commissione. Puoi finanziare il tuo trasferimento di denaro con carta di debito o carta di credito e ottenere tale importo in baht thailandesi presso un'agenzia Remitly locale.

L'assenza di commissioni è dovuta a una promozione speciale per i nuovi clienti Remitly, mentre i clienti esistenti possono inviare denaro in Thailandia con Remitly pagando 2.99€ di commissione, che resta una cifra piuttosto bassa per un servizio di questo tipo.

Puoi leggere la nostra recensione su Remitly qui.

Come Risparmiare Quando si Preleva Denaro in Thailandia

Se hai bisogno di prelevare denaro in Thailandia, dovresti cercare di evitare quante più commissioni possibili. Dal momento che non puoi sfuggire alle commissioni bancomat in Thailandia, dovresti concentrarti sulle commissioni bancarie. Prima di partire ricordati che devi controllare presso la tua banca quali sono le commissioni richieste se prelevi denaro all'estero e più precisamente in un Paese che non adotta l'euro. Ciò è particolarmente importante perché oltre alle commissioni la banca dovrà anche effettuare un cambio valuta e spesso la stessa banca richiede una maggiorazione sul tasso di cambio.

Se il prezzo è troppo alto potresti considerare l'apertura di un conto alternativo per il viaggio in Thailandia, che è spesso un'operazione gratuita quando si tratta di un conto prettamente online e che opera solo a livello digitale.

Quando possibile converrebbe utilizzare la parta presso i negozi, hotel ed esercenti locali. Infatti con alcune carte, come per esempio N26, non paghi alcuna commissione, mentre la stessa N26 in caso di prelievo richiederebbe una commissione dell'1,70% sull'importo totale.

Un'alternativa molto valida è Wise, che offre un conto multivaluta e ti consente di avere un saldo direttamente in baht thailandesi, dunque di poter spendere i tuoi soldi nella valuta locale ed evitare commissioni alte. Se invece all'interno del conto multivaluta Wise non hai ancora aperto il saldo in baht Thai non temere, nel momento del pagamento Wise applicherà la conversione automaticamente ed è solo dello 0,52% dell'importo selezionato.

Infine, ricorda che con la carta Wise puoi prelevare gratuitamente 2 volte al mese se l'importo è inferiore ai 200€, altrimenti verrà richiesta una commissione dell'1,75% sulla cifra eccedente i 200€. Se invece effettui 3 o più prelievi inferiori ai 200€ verrà richiesta una commissione di 0,50€, nel caso in cui l'importo dovesse superare i 200€ alla commissione fissa di 0,50€ ne verrà aggiunta una dell'1,75% sull'importo eccedente i 200€.

Tutto sommato possiamo ritenere Wise un'ottima soluzione per il tuo viaggio in Thailandia sia per via della possibilità di avere il saldo in baht thailandesi sia per le commissioni molto basse in caso di utilizzo della carta e per i primi 2 prelievi (soprattutto se ritiri meno di 200€, visto che non pagheresti nulla, ad eccezione delle commissioni governative).

recommendation icon

Vuoi un conto in Baht Thailandesi (THB)?

Il conto multivaluta di Wise ti consente di avere un saldo in baht thailandesi (BTH), la valuta nazionale della Thailandia. Puoi prelevare presso gli sportelli automatici e pagare presso tutti i negozi fisici dotati di POS con la carta di debito Wise direttamente in baht thailandesi, a commissioni decisamente inferiori rispetto a quelle richieste dalle banche tradizionali.

Conclusione: Qual è il Modo Migliore per Ottenere Contanti in Thailandia?

L'opzione più economica per ricevere contanti in Thailandia è trasferire denaro tramite Remitly . In questo modo puoi evitare le commissioni bancomat e assicurarti che il tuo budget per le vacanze duri il più a lungo possibile. Con la promozione per i nuovi clienti ottieni anche uno sconto per il tuo trasferimento di denaro! 

Per le emergenze, invece, dovresti avere una carta di debito a condizioni vantaggiose. Come abbiamo visto Wise e N26 sono soluzioni interessanti, per te abbiamo realizzato un confronto tra queste opzioni su un prelievo di 250€.

Commissioni prelievo di 250€ in Thailandia

Wise

Nuri

Remitly

Addebito di base

1,70 % (4,37 €)

1,70 % (4,25 €)

0,00 % (0,00 €)

Commissione bancomat

220 Baht (5,70 €)

220 Baht (5,70 €)

-

Ricarico del tasso di cambio

0,00%

0,00%

-1,8 %

Commissioni totali

10,07€

9,95€

-9,23 €

Prova wiseProva N26Prova Remitly

Daten ermittelt am 06.10.2021

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli

Andare a Vivere in Spagna: Quanto Costa? Pro e Contro
Andare a Vivere in Canada: Quanto Costa? Pro e Contro
Andare a Vivere in Svizzera: Quanto Costa? Pro e Contro
Andare a Vivere in Francia: Quanto Costa? Pro e Contro
Andare a Vivere in Germania: Quanto Costa? Pro e Contro
Andare a Vivere in Australia: Quanto Costa? Pro e Contro
Andare a Vivere in Svezia: Quanto Costa? Pro e Contro
Andare a Vivere in Danimarca: Quanto Costa? Pro e Contro
Andare a Vivere in Thailandia: Quanto Costa? Pro e Contro
Andare a Vivere in Nuova Zelanda: Quanto Costa? Pro e Contro
Andare a Vivere in Portogallo: Quanto Costa? Pro e Contro
Monito.com

Global Impact Finance Ltd
Avenue de Montchoisi 35
1006 Losanna
Svizzera

Divulgazione degli affiliati
Anziché con banner pubblicitari e paywalls, Monito realizza guadagni attraverso link affiliati ai vari fornitori di servizi di pagamento presenti sul sito. Benché ci impegniamo al massimo per esplorare il mercato alla ricerca delle migliori offerte, non siamo in grado di prendere in considerazione tutti i possibili prodotti disponibili per te. La nostra vasta gamma di partner affiliati di fiducia ci permette di formulare raccomandazioni dettagliate, imparziali e orientate alla soluzione per ogni tipo di domanda e problema dei consumatori. Questo ci permette di abbinare i nostri utenti ai fornitori più adatti alle loro esigenze e, in questo modo, di abbinare i nostri fornitori a nuovi clienti, creando una situazione vantaggiosa per tutte le parti coinvolte. Tuttavia, sebbene alcuni link su Monito possano effettivamente fruttarci una commissione, questo fatto non influisce mai sull'indipendenza e sull'integrità delle nostre opinioni, raccomandazioni e valutazioni.